www.news.admin.ch

La presente edizione è adatta per browser con un supporto CSS insufficiente e destinata soprattutto alle persone ipovedenti. Tutti i contenuti sono visualizzabili anche con browser più vecchi. Per una migliore visualizzazione grafica si raccomanda tuttavia l'uso di un bro

Inizio selezione lingua



Inizio navigazione principale

Fine navigazione principale


Inizio zona contenuto

Inizio navigatore

Fine navigatore



La Svizzera rileva le sue tradizioni viventi

Berna, 02.09.2010 - Le tradizioni viventi in Svizzera come la musica, le usanze o le tecniche tradizionali saranno rilevate e rese visibili. L’Ufficio federale della cultura compilerà entro il 2012, in collaborazione con gli uffici cantonali della cultura, la Scuola universitaria professionale di Lucerna e la Commissione svizzera per l'UNESCO, una lista delle tradizioni viventi in Svizzera. L’obiettivo è di riconoscere, promuovere e sviluppare ulteriormente il patrimonio culturale immateriale della Svizzera sotto la denominazione «Tradizioni viventi».

Le tradizioni viventi come la musica, la danza, le usanze o le tecniche tradizionali ci plasmano nella stessa misura in cui noi le plasmiamo. Sono tramandate di generazione in generazione e intanto si rinnovano e si reinventano costantemente. Le tradizioni viventi sono espressione della diversità culturale delle regioni e testimoniano la ricchezza della produzione artistica.

Un progetto della Confederazione e dei Cantoni
L'Ufficio federale della cultura (UFC) lancia, in collaborazione con gli uffici cantonali della cultura, la Scuola universitaria professionale di Lucerna e la Commissione svizzera per l'UNESCO, un progetto per la realizzazione di una lista delle tradizioni viventi in Svizzera. I Cantoni sono responsabili del contenuto della lista. Un organo di esperti guidato dall’UFC opererà una selezione tra le proposte dei responsabili cantonali del progetto. La Confederazione pubblicherà la lista con le prime iscrizioni nella primavera del 2012. Il pubblico può contribuire con suggerimenti sul sito web del progetto: www.tradizioni-viventi.ch

Alla base, la Convenzione UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale
Con la ratifica della Convenzione UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale nel 2008, la Svizzera si è impegnata a compilare una lista nazionale delle tradizioni viventi. Obiettivo dell’inventariazione è quello di promuovere il riconoscimento, la valorizzazione e la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale. La lista è inoltre un presupposto indispensabile per la nomina di tradizioni viventi idonee alle liste internazionali del patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO. Queste comprendono, analogamente alle liste UNESCO del patrimonio culturale e naturale, esempi rappresentativi delle tradizioni viventi provenienti da tutte le regioni del mondo.

Tradizioni viventi: essenza della vita
Per patrimonio culturale immateriale o tradizioni viventi s’intendono pratiche, rappresentazioni, espressioni, conoscenze, cognizioni trasmesse di generazione in generazione e riconosciute dalle comunità come parte del loro patrimonio culturale. Vi sono compresi anche gli strumenti, gli oggetti, i manufatti e gli spazi culturali a esso legati. Fanno parte del patrimonio culturale immateriale le tradizioni e le espressioni orali, come canti, leggende e fiabe, le arti dello spettacolo, come teatro, danza e musica, le pratiche sociali, come usanze ed eventi rituali e festivi nonché le conoscenze tradizionali dei più diversi settori quali l’artigianato, l'agricoltura o la medicina.

Sito web del progetto: www.tradizioni-viventi.ch

Indirizzo cui rivolgere domande:

David Vitali, responsabile ad interim sezione Cultura e società, Ufficio federale della cultura, tel. 031 / 325 70 19, e-mail david.vitali@bak.admin.ch

Pubblicato da

Ufficio federale della cultura
Internet: http://www.bak.admin.ch
Ricerca a testo integrale



Le autorità federali della Confederazione Svizzera
info@bk.admin.ch | Basi legali
http://www.news.admin.ch/message/index.html?lang=it